Sicurezza a scuola - Disposizioni generali e per l’accesso


 

CIRCOLARE NR.62

Al personale scolastico
Ai genitori dell’IC Val Varatella

 

Sicurezza a scuola . Disposizioni generali e per l’accesso .

Sulla base del “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro” che:

-Aveva l’obiettivo di assicurare la tutela della salute dei lavoratori e le necessarie condizioni di sicurezza in tutti i luoghi di lavoro, nel rispetto delle indicazioni formulate dal Ministero della Salute sulla gestione del rischio Covid-19 nei luoghi di lavoro)

Prevedeva che la prosecuzione delle attività (in particolare quelle produttive) potesse avvenire solo a condizione che siano assicurati ai lavoratori adeguati livelli di protezione.

-Specificava che per favorire il contenimento del virus era possibile prevedere la sospensione e la riduzione temporanea dell’attività o adottare il più possibile la modalità di lavoro agile.

-L’accordo indicava inoltre particolari misure di contenimento che seguono protocolli di sicurezza anti-contagio (distanza interpersonale tra i lavoratori o adozione dei dispositivi di sicurezza). 2

 

 

Visti successivi atti normativi, le note Miur e l documenti Inail

-considerata la sospensione delle attività didattiche per cui i docenti effettuano la DAD e per gli uffici di segreteria deve essere prevista la modalità di lavoro agile salvo eccezioni per partiche indifferibili si specifica quanto segue

Informazione. La scuola ha informato con diverse modalità (sito –email- depliant, etc.) circa la sospensione delle attività didattiche e le modalità di accesso alla segreteria.

Tutti i lavoratori e chiunque debba entrare a scuola è informato circa le disposizioni delle Autorità e del datore di lavoro per il contenimento del contagio.

- Modalità di ingresso: le modalità di accesso del personale amministrativo in caso di partiche indifferibili sono state scaglionate. (Si precisa che possono variare anche in considerazione di eventuali controlli al momento dell’entrata del personale e a delle preclusioni a chi sia stato in contatto con persone risultate positive al COVID-19 o per chi provenga da zone considerate a rischio dall’Oms).

Docenti o terzi si presenteranno a scuola solo e dopo specifico appuntamento concordato e approvato dal Dirigente scolastico (sempre e solo per situazioni indifferibili) in quanto in base alle disposizioni ministeriali è previsto come norma il lavoro agile e l’effettuazione di riunioni a distanza. In caso di necessità sarà comunque prioritariamente evitato l’accesso ai locali e si utilizzerà lo spazio protetto prima della porta a vetri di ingresso, in modo da ridurre o eliminare il contatto tra persone per la gestione di semplici pratiche (es. per firma documenti).

I Fornitori esterni non avranno contatti con i dipendenti o nel caso sia impossibile dovranno rispettare le distanze interpersonali di sicurezza durante lo scarico. Se possibile l’autista del fornitore deve rimanere a bordo del mezzo. Il fornitore entrerà da un ingresso a parte e scaricherà i materiali in zona specificatamente individuata munito di mascherina e guanti; gel di sanificazione è posto a disposizione prima di appoggiare sul tavolino specifico la bolla di consegna che sarà presa in carico dal collaboratore (con guanti), dopo che il fornitore sarà uscito dall’edificio.

È prevista la pulizia giornaliera e la sanificazione in caso di segnalazione di casi Covid . Se c’è un caso COVID-19 verrà prevista una sanificazione specifica da parte di ditte specializzate.

- Tutte le persone presenti in azienda devono adottare le precauzioni igieniche personali, a partire dal corretto lavaggio delle mani.

- L’eventuale adozione dei dispositivi di sicurezza individuale è legata alla loro disponibilità in commercio. Attualmente sono a disposizione sia mascherine chirurgiche, sia guanti monouso Qualora le attività svolte impongano ai lavoratori una distanza inferiore a un metro, e non sia possibile adottare soluzioni diverse (come il distanziamento delle postazioni di lavoro), è necessario l’uso dei dispositivi di protezione individuale.

- L’accesso agli spazi comuni (mense, spogliatoi, etc.) attualmente non è necessario e pertanto non deve essere contingentato. Gli uffici amministrativi sono separati e in locali diversi (ufficio personale / alunni / DSGA / presidenza); solo nell’ufficio protocollo sono presenti due assistenti, la cui presenza sarà scaglionata (anche se, data la grandezza dell’ufficio è possibile la concomitante presenza). In caso di necessità di confronto tra i vari referenti, ( o riunioni ridotte al minimo con presenza al massimo di 2/ 3 docenti in presidenza ) all’ interno dell’ufficio deve essere possibile mantenere la distanza di almeno un metro tra le persone. I locali saranno costantemente areati (finestre aperte).

- L’organizzazione è stata rimodulata prevedendo l’utilizzo dello smart working per tutte quelle attività che possono essere svolte a distanza- e della didattica a distanza per i docenti; pertanto sino alla data attuale si effettuano riunioni degli organi collegiali su piattaforma meet di istituto. I dipendenti possono usufruire prioritariamente, in caso di astensione dal lavoro, di permessi retribuiti e di banca ore. I collaboratori scolastici che vengono chiamati in servizio in caso di apertura della segreteria per pratiche indifferibili sono individuati a turnazione (1 solo collaboratore per la sede). Si prevede la presenza di un solo collaboratore scolastico per apertura/chiusura uffici e loro pulizia giornaliera. La stessa regola vale per l’eventuale necessità di apertura/chiusura plessi.

- Tutti i collaboratori scolastici o i dipendenti con patologie attualmente documentate- o segnalate dal loro medico curante - sono stati esclusi dalla presenza/turnazione in servizio.

- Ingressi e uscite dei dipendenti presenti, (anche se poche unità) sono state scaglionate

- Sono state vietate le riunioni in presenza, se ritenute indispensabili si svolgeranno nell’Ufficio di Presidenza, estremamente ampio dove è possibile garantire le distanze di sicurezza interpersonale tra i partecipanti, l’adeguata pulizia e aereazione dei locali. Sono stati inoltre annullati tutti gli eventi, anche formativi, interni all’azienda salvo quelli che possono essere svolti a distanza. 

- Nel caso sia presente una persona sintomatica in azienda quest’ultima sarà isolata e si avviseranno le autorità sanitarie competenti e i numeri regionali o del ministero della salute attivati per l’emergenza COVID-19. La scuola è obbligata inoltre collaborare con le autorità sanitarie per definire i contatti stretti della persona contagiata.

- Le attività di sorveglianza sanitaria devono proseguire tenendo conto delle misure di regolamentazione COVID-19. In particolare si è richiesto al medico compete di dare indicazioni e intervenire secondo la normativa, anche segnalando alla scuola eventuali lavoratori con fragilità e patologie attuali o pregresse; si è richiesta una specifica procedura di informazione/intervento .

- A breve verrà effettuata una riunione di confronto tra: referente privacy, medico competente RSL e Rspp, per ulteriori approfondimenti sulle nuove normative della fase 2, l’eventuale richiesta di attivazione Centri estivi da parte dei Comuni, protocolli emanati dal MIUR per gli esami in presenza (idoneità) ecc…

- Seguiranno ulteriori circolari informative.

Si ribadisce che alla data attuale non è ancora consentito l’accesso a scuola, salvo pratiche indifferibili.

F.TO La dirigente scolastica
(Scandura dr. Brunella)
Firma autografa sostituita a mezzo stampa ai sensi dell'art. 3 comma 2 del D.L. 39/93

CIRCOLARE_62_SICUREZZA_E_DISPOSIZIONI_PER_LACCESSO_A_SCUOLA.pdf